Progetto I Colori delle Emozioni

La Meta formativa delle nostre scuole, per l’anno scolastico 2018/2019, è la Bellezza.

Il titolo che si è voluto dare quest’anno "Che bellezza la vita!", parla di tutte le sfaccettature delle emozioni che i bambini della Scuola dell'Infanzia vivono nella loro quotidianità anche scolastica.

I nostri piccoli alunni e alunne, della Scuola dell'Infanzia, diventano ogni giorno più "grandi": acquisiscono nuove autonomie, si rapportano con i compagni, giocano insieme, interiorizzano l’immaginedelle persone che li circondano e acquisiscono fiducia nella scuola.

Nel corso di questa crescita le loro emozioni sono le più diverse: dal piacere della scoperta di cose nuove, alla sensazione di soddisfazione che nasce dalla capacità di fare nuove amicizie e saper partecipare a un'attività di gruppo.

È importante per i bambini saper riconoscere ed esprimere questo nuovo  mondo di emozioni che nascono, si sviluppano, crescono dentro di loro.

Imparare a dare un nome ai diversi stati d’animo, condividerli anche con gli altri, è indispensabile per sviluppare una sorta di alfabetizzazione emotiva che consentirà ai nostri bambini di essere empatici anche nei confronti delle emozioni altrui.

I ‘colori delle emozioni ‘, di Anna Llenas, in modo creativo e originale, “sistematizza” i vari stati d’animo dando loro un nome e sarà un filo conduttore del nostro anno.

Il protagonista del libro un povero mostro, disorientato e confuso in mezzo al groviglio delle sue emozioni, grazie a una bambina,  scoprirà che a ogni emozione corrisponde un colore: il giallo è il colore della gioia, il rosso è il colore della rabbia, il verde quello della calma. E ogni volta cambierà colore a seconda delle emozioni che proverà. Età di lettura: da 3 anni. Qual è il colore di un’emozione? Far comprendere al bambino che non esistono emozioni giuste o sbagliate, ma che sono tutte giuste e che provarle è normale, è il primo passo per imparare a gestirle e attraversarle senza timore.

Le 5 emozioni fondamentali, stimoleranno i bambini a pensare al momento in cui le vivono. Saranno, come nel libro, associate a dei colori e la proposta è di raccoglierle in vasi per categoria. 

Spesso le emozioni si affollano in noi, come nel povero mostro del libro, e allora non le sappiamo riconoscere. Il nostro obiettivo sarà riconoscerle ed esplicitarle attraverso altre storie specifiche, conversazioni guidate e rielaborale attraverso esperienze e disegno.

Network

Vieni a visitarci